martedì 1 luglio 2014

Estratto di carne (diaframma)

Tutte le mamme, o quasi, devono combattere per far mangiare la carne ai figli. La ricetta della nonna prevede allora di preparare l'estratto, ovvero la 'carne da bere'. Ottimo per questa preparazione, l'utilizzo del diaframma, un taglio di carne bovina ricchissimo di proprietà nutritive. Ferro assicurato!




Ingredienti:
  • fettina di diaframma
  • sale fino

Occorrente:
  • una pentola per l'acqua;
  • un barattolo di vetro con coperchio
Da premettere che ho comprato la carne dal macellaio di fiducia del paese. Per prima cosa ho affettato la carne a striscioline e poi a pezzetti piccoli. ho riempito un barattolo poco più della metà con la carne e ho messo a bollire per un'oretta a fiamma bassa in una pentola piena d'acqua lasciandolo galleggiare.



Spengo e tiro fuori in barattolo aiutandomi con il mestolo facendo attenzione a non scottarmi. 


Questo il risultato: l'estratto è quel liquido che ne è uscito: carne da bere!  Lascio appena raffreddare e verso in un contenitore di vetro che riporrò in frigo per poter asportare la patina bianca di grasso che si formerà.




Ecco l'oro della carne. Mio figlio piccolo mastica la carne come un chewingum e poi sputa nel piatto. L'altro non mastica proprio e allora... Metto l'estratto nel purè oppure nel piatto di pasta con il pomodoro e così sono sicura che la mangeranno.



Questa andrebbe buttata (priva di ogni nutrimento) ma io sinceramente non me la sono sentita e siccome tutto fa brodo...l'ho usato come un bollito con una spruzzatina di limone e del prezzemolo.



1 commento: